Pride, il libro per bambini sulla storia del movimento LGBT

La storia di Harvey Milk e della bandiera arcobaleno per sensibilizzare i più giovani sui diritti LGBT

Come spiegare ai più piccoli l’importanza dei diritti delle persone LGBT e delle lotte della comunità arcobaleno contro le discriminazioni? L’autore di libri per l’infanzia Rob Sanders non ha avuto dubbi e ha chiamato a raccolta l’artista del disegno Steven Salerno per realizzare un libro illustrato. Pride: The Story of Havey Milk and the Rainbow Flag ha tutti gli elementi per appassionare i giovani lettori. Un eroe, innanzitutto, quell’Harvey Milk che negli Stati Uniti riuscì – primo gay dichiarato – a farsi eleggere nel Consiglio Comunale di San Francisco. Un oggetto-simbolo, la bandiera arcobaleno, che con la sua esplosione di colori vivaci catalizza l’attenzione fin dalla descrizione della sua nascita. Infine, una storia vera e appassionante, raccontata in modo semplice e diretto: la storia di chi ha combattuto per la libertà di essere e di amare.

Pride la storia di Harvey MIlk e della bandiera arcobaleno

Il libro inizia come un’epopea dei giorni nostri, con l’uomo qualunque che si trasforma nell’uomo del destino:

Harvey Milk era un uomo normale, ma ha fatto un sogno straordinario. Quel sogno cambierà la storia.

Oltre alle vicende dell’ascesa politica di Harvey Milk, c’è spazio anche per il racconto dell’opera di un suo grande amico e compagno di lotta, Gilbert Baker, l’inventore della prima bandiera arcobaleno nel 1978.

Pride illustrazione libro LGBT per bambini

Pride, la lotta LGBT per il diritto di amare spiegata ai bambini

A muovere la penna di Sanders è stata la storica sentenza della Corte Suprema nel 2015, la quale ha reso possibile l’estensione del matrimonio egualitario a tutti i 50 Stati degli USA:

Sembrava che il mondo intero fosse improvvisamente diventato un arcobaleno. Le cascate del Niagara avevano luci arcobaleno che brillavano sull’acqua, la Casa Bianca aveva luci arcobaleno che brillavano sulla sua facciata, e mi resi conto che questa era una storia che i bambini avevano bisogno di conoscere.

Non conoscevano l’origine della bandiera dell’orgoglio omosessuale o la sua importanza per la nostra comunità, e volevo raccontare quella storia.

A voler trovare a tutti i costi un difetto, c’è un grosso neo: Pride è disponibile per l’acquisto anche in Italia ma non è stato ancora tradotto dall’inglese. Editori italiani, ci diamo una mossa?

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!