Radio Maria l’affondo sulle unioni civili all’insegna dell’omofobia più becera. FOTO

A proposito di unioni civili, ci mancava il parere di Radio Maria, la principale radio cattolica in Italia. Ieri, sulla pagina Facebook dell’emittente è stato pubblicato un post a firma dell’avvocato Guendal Cecovini Amigoni. Si tratta di un post in cui si intende spiegare le conseguenze di un’eventuale approvazione del ddl Cirinnà sulle unioni civili. Nemmeno a dirsi, le spiegazioni sono un’interpretazione in chiave conservatrice, del tipo che non ci sarà nessuna differenza tra unioni civili e matrimonio e che la stepchild adoption porterà alle adozioni internazionali e inevitabilmente all’utero in affitto. Tutti sappiamo che sono interpretazioni piuttosto fantasiose, e che hanno un unico scopo: bloccare le unioni civili.

IL TESTO DEL DISEGNO DI LEGGE CIRINNA'-Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuân- Il 26 gennaio 2016 nel…

Posted by Radio Maria on Mercoledì 20 gennaio 2016

Ma la domanda vera è: quante delle persone che si sono imbattute nel post hanno letto tutto quello che c’è scritto? Quanti si sono “sciroppati” una spiegazione contente ben 1.425 parole, o se preferite 9.467 caratteri (per intenderci quasi 5 pagine di Word)? E quanti, invece, hanno gettato l’occhio solo sulla foto? Una foto che casualmente ritrae due uomini, uno vestito da sposa e l’altro vestito da sposo. E che, casualmente, fa drizzare i capelli in testa a chi considera l’unione tra due persone dello stesso sesso una minaccia per la cosiddetta “famiglia tradizionale”, o addirittura “contro natura”.

Alla fine, quelli di Radio Maria hanno usato la buona vecchia omofobia becera, che vede la coppia gay come uno scimmiottamento della coppia eterosessuale, dove l’uomo che si traveste da donna perde la sua virilità e può essere solo ridicolo. Se provate a leggere i commenti al post, infatti, capirete che hanno perfettamente centrato l’obiettivo.
Schermata 2016-01-21 alle 12.38.05

Tags

Articoli correlati

6 commenti

  1. Avevo segnalato tempo fa ad arcigay una trasmissione di radiomaria in cui condannavano la teoria del gender e la chiamavano “complotto” e quindi non mi sembra strano che anche stavolta si siano messi a parlare male delle unioni civili. Ovviamente da persone “religiose” quali si dichiarano non ci si aspetta certi toni ma non c’è mai fine al peggio.

  2. Io ho commentato questo post. Sono stata bannate dalla pagina e il mio commento rimosso.
    Evviva la displomazia e l’apertura dei cattobigotti :)

  3. Beh, per essere Pretty nonché little direi che ci sei andata giù duretta, ma mi associo e rincaro.
    L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!