Trending

Registrati i primi figli di due mamme. Chiunque pensi che le «famiglie gay non esistono» doveva essere oggi a Milano

Oggi a Palazzo Marino si è (tra)scritta la storia

Ci sono emozioni che lasciano il segno. Non è il claim di uno spot televisivo, ma qualcosa di reale. Perché non solo emozioni, sono diritti. Ed è quello che è successo oggi a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, dove sono stati registrati i figli di quattro coppie composte da donne.

La registrazione dei certificati di nascita con entrambe le madri è stata voluta da Beppe Sala, il Sindaco di Milano, in risposta alle parole omofobe del neo-ministro Lorenzo Fontana. È stato il frutto di mesi di lavoro da parte Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI. Ed è stata una festa per tutti.

Le emozioni appunto. Essere lì, in una sola gremita di giornalisti, che facevano la ressa per avere la foto più bella, la storia più forte e commovente, era soltanto un dettaglio. Una parte, frenetica e chiassosa, del tutto. Perché il tutto era sì il messaggio politico lanciato dal sindaco di Milano, «Non è un giorno da polemica oggi, ma è un momento importante per la nostra città: tutti siamo amministratori pro tempore, lo è un ministro e lo sono anche io. Ciò che non è pro tempore è lo spirito e la civiltà di una città». Ma era soprattutto vedere le emozioni stampate in volto sulle protagoniste e i protagonisti di questa giornata.

Quattro coppie di donne, in tutto nove bambini, di cui due appena nati – Eric, figlio di Corinna e Francesca, e Teresa, figlia di Fedya e Valentina – e altri quattro già “grandi”, i figli di Francesca Pardi e di Maria Silvia Fiengo, che da oggi hanno gli stesso hanno gli stessi diritti degli altri bambini, ovvero vedersi riconosciuti a pieno titolo entrambi i genitori.

L’emozione di queste famiglie è lampante. Chiunque possa anche solo ipotizzare che le «famiglie gay non esistono» doveva essere oggi a Milano. «È come se all’improvviso non avessimo più bisogno più di tutta quella fatica per tutelare la nostra famiglia» esclama Maria Silvia Fiengo, subito dopo la registrazione, commossa che quasi non riesce a parlare. «È bellissimo».

Ed è forse l’unica parola che conta: è bellissimo. Oggi Milano, Padova, Torino. Presto arriveranno tutte le città d’Italia. E la gioia sarà per tutti.

Share Button
Tags

La Mile

Lazy and creative. Proud mommy of an amazing girl pug.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!