Trending

Sally Ride la prima astronauta americana. Lesbica che non poteva dichiararsi

Il 18 giugno 1983, Sally Ride partiva per la prima missione NASA con a bordo una donna. Un esempio e una storia da non dimenticare

Il 18 giugno del 1983, per la prima volta una donna fu protagonista di una spedizione spaziale. Fu Sally Ride la prima astronauta americana a bordo della settima missione dello Space Shuttle. Prima di lei, c’erano state solo le russe, Valentina Vladimirovna Tereškova, nel 1964; e Svetlana Evgen’evna Savickaja nel 1982. La missione di Sally Ride iniziò nel 1978, quando, insieme ad un gruppo di donne, venne scelta dalla NASA per la prima missione spaziale americana “mista”.

Quello che però non si è mai saputo di Sally Ride, se non dopo la sua morte, nel 2012 per un tumore al pancreas, è la relazione di una vita con Tam O’Shaughnessy, ex giocatrice di tennis ed educatrice. Le due si conoscevano da quando erano adolescenti ed erano state insieme per 27 anni. Come coppia, inoltre, avevano scritto libri divulgativi per bambini e fondato “Sally Ride Science”, associazione che si occupa di promuovere la carriera scientifica tra le ragazze.

Sally Ride era anche stata sposata, per cinque anni, dal 1982 al 1987, con il collega Steven Hawley. Ma, a quanto pare, la NASA era a conoscenza della sua relazione con Tam. Quelli erano gli anni del Don’t ask don’t tell, cioè quando ai militari e astronauti era imposto di non rivelare pubblicamente il loro orientamento sessuale.

Oggi festeggiamo Sally Ride che, prima di tutto, è l’esempio di una donna capace di primeggiare in un campo, fino ad allora considerato appannaggio degli uomini. Le cose sono cambiate – pensiamo alla nostra Samantha Cristoforetti – ma sappiamo benissimo che c’è ancora tanto da fare per la parità di genere. E c’è ancora tanto da fare per abbattere i pregiudizi sull’orientamento sessuale delle persone.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!