Sardegna Pride, alla parata un drappo rosso contro le tragedie dei mari

Domani il corteo a Cagliari, presente il sindaco

A Cagliari domani sfilerà il corteo del Sardegna Pride, conclusione dei 40 giorni di Queeresima che hanno coinvolto tantissime associazioni con più di 30 eventi sul tema della visibilità. Il raduno è fissato alle 16.30 in via Sant’Alenixedda, di fronte al Teatro lirico. Il corteo si muoverà intorno alle 18 verso via Salaris, via Dante, via Paoli, via Sonnino, via XX Settembre, via Roma, Largo Carlo Felice e si concluderà in piazza Yenne. Il comitato organizzativo del Sardegna Pride ricorda il valore di rivendicazione politica della marcia, come già 49 anni fa durante i moti di Stonewall a NYC:

Le tematiche di genere sono scomparse dall’agenda politica durante la passata campagna elettorale, ma mai avremmo pensato che nel governo cosiddetto del cambiamento il ministro della famiglia Lorenzo Fontana ci facesse persino tornare indietro, imponendo il modello (presunto) tradizionale di famiglia su tutte le altre forme di relazioni significative fra le persone. Scomparire completamente dal dibattito pubblico e ritornarci come persone oggetto di discriminazione e sberleffo, da parte di esponenti pubblici e politici, comporta sia la messa in discussione dei diritti, sia la creazione di un terreno fertile per razzismo, sessismo e omofobia.

Il Coordinamento porterà in corteo un drappo rosso “come il sangue che sta macchiando le coscienze europee davanti alla tragedia dell’immigrazione nei nostri mari”.

Alla manifestazione prenderà parte anche stavolta il sindaco di Cagliari Massimo Zedda:

In un momento storico in cui discriminazioni vecchie e nuove sembrano prendere il sopravvento, serve l’impegno di tutti in difesa dei diritti. Ogni diritto in più è una nuova conquista per tutti: abbiamo sempre lavorato in questa direzione e così andremo avanti, per fare in modo che Cagliari possa continuare a essere un esempio.

Gli appuntamenti del Sardegna Pride

Durante la serata ci saranno musica, letture, interventi, performance di artisti e danzatori. In via Sonnino l’Exmà presenterà un allestimento speciale lungo il muro che costeggia la strada e davanti al quale passerà il corteo; è prevista anche una performance a cura dell’attore Fabio Marceddu. Si esibiranno anche le Karalis Sisters con la loro coinvolgente e coloratissima danza ats.

Madrina della serata sarà l’attrice siciliana Federica Cacciola che su web ha dato vita al fortunato personaggio di Martina Dell’Ombra, bella svampita che con i suoi video propone soluzioni strampalate e dissacranti per risolvere i problemi del paese.

In chiusura di serata poi ci sarà la festa finale: l’appuntamento è a mezzanotte all’Aria Beach Lounge, sul lungomare di Quartu, con il Pride official Party FA-VO-LO-S♥.

“I gay non esistono”: il video esilarante del Sardegna Pride!

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!