Scozia, la Prima Ministra dà buca a Trump per il Glasgow Pride

Nicola Sturgeon sarà la madrina della parata LGBT

Nicola Sturgeon, Prima Ministra della Scozia, non sarà tra le personalità del suo Stato né del Regno Unito che accoglieranno la visita del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel Paese. Mentre a Londra le proteste contro l’arrivo del magnate si fanno sempre più creative (drag king e drag queen unit* in una marcia di protesta), in Scozia sarà completamente snobbato. La Prima Ministra d’altronde aveva già promesso di partecipare a un impegno ben più importante per lei e tanti suoi connazionali: la marcia del Glasgow Pride.

La Sturgeon, da sempre molto critica verso le politiche di Donald Trump, ha preferito lasciare l’incombenza di doverlo accogliere al Segretario di Stato David Mundell. Dallo staff del Presidente USA è partita in via ufficiosa la velina che ribalta la notizia, raccontando di una volontà precisa del magnate di non incontrare la Presidente scozzese perché prevenuta nei suoi confronti.

La Prima Ministra scozzese al Pride di Glasgow

Domani la marcia del Glasgow Pride vedrà quindi la Prima Ministra Nicola Sturgeon come madrina in testa al corteo della comunità LGBT scozzese. La scelta non è stata un mero calcolo politico, ma un riconoscimento all’impegno nel corso degli anni della politica verso l’uguaglianza e i diritti LGBTI. La Sturgeon ha accettato senza esitazione l’onore di guidare la parata:

Sono orgogliosa che la Scozia sia considerata uno dei Paesi più progressisti d’Europa riguardo l’uguaglianza LGBTI e il Pride di Glasgow è un eventi fantastico che unisce diverse comunità e celebra l’apporto delle persone LGBTI nella vita in Scozia.

Come società dobbiamo batterci in ogni momento per l’uguaglianza e la giustizia, e difendere i progressi compiuti.

Sono lieta di essere stata nominata come prima madrina d’onore del Pride di Glasgow e non vedo l’ora di unirmi ai giovani LGBTI nella parata per celebrare L’Anno dei Giovani in Scozia.

Nicola Sturgeon con il suo gesto diventerà la prima dei Primi Ministri in carica nel Regno Unito a marciare in un Pride. L’impegno per l’uguaglianza non solo a parole, ma soprattutto con i fatti.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!