Sessismo e sport. La vergognosa immagine di Affari italiani per le donne che giocano a calcio

Il quotidiano online, Affari italiani ha scelto come immagine per un articolo sulle donne che giocano a calcio una foto sessista

La notizia è un po’ sulla bocca di tutti. Dopo il successo delle Azzurre ai recenti Mondiali di calcio, è aumentato il numero di ragazze che iniziano a praticare lo sport, fino ad ora appannaggio solo maschile. I numeri parlano di una crescita del 35-40% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, anche se il calcio rappresenta solo una piccola parte degli sport praticati dalle donne.

Per dare questa notizia, il quotidiano online, Affari Italiani, ha scelto questa foto qui:

Un’immagine maschilista e sessista, che somiglia molto più alle fantasie sessuali di quei maschi seduti sul divano con la pancia gonfia di birra, quelli che si considerano gli unici conoscitori del supremo sport virile, il calcio, anche se per loro il massimo dell’attività sportiva è andare dal divano al frigo.

Mentre la realtà è ben diversa. Le donne che praticano sport, che sia calcio o altro, non si insaponano sotto la doccia tutte insieme come delle menadi desiderose di assecondare il maschio. Ma sono persone che sudano, si impegnano, lavorano sodo per raggiungere i loro sogni. O semplicemente dinne che amano sentirsi in forma, amano lo sport e va benissimo così.

E l’uso di quella foto (scelta solo per acchiappare click) la dice lunga sulla professionalità (e il giudizio che hanno delle donne che praticano sport) di alcuni giornalisti di Affari italiani.

Tags

Articoli correlati

6 commenti

  1. megan rapinoe e sue bird hanno il diritto di fare servizi fotografici nude, non hanno fatto nulla di sbagliato. non facciamo i bigotti

  2. Beh diamo tempo al tempo. Ci vuole un pó perche diventino atleticamente brave porca troia!. Non hanno poi gli stessi fondi che hanno invece le squadre maschili, gli stessi allenatori eccetera. É da troppo poco tempo che sono in vista e che giocano rispetto agli uomini. Quindi un pò di fiducia va lá!

  3. Non si sopportano più queste immagini, sempre la stessa storia. Ma la cosa che mi sconcerta di più é che anche Megan Rapinoe (la paladina dei diritti civili…) si è prestata a fare un servizio fotografico con la compagna Sue Bird completamente nude…per la gioia dei maschietti di cui parlate nell’articolo. Allora cosa vogliamo fare? Siamo noi le prime a dover cambiare, se no..ciao.

  4. Se fossimo un paese serio non si sarebbe vista tutta questa patetica esaltazione per uno spettacolo ridicolo solo perché giocato da donne. Sono juventina, quindi seguo il calcio (non lo considero uno sport solo per “4 idioti che inseguono un pallone”): non vado allo stadio, ma mi possono comunque godere una partita di alto livello tra club o nazionali; e il mio giudizio estetico sul calcio femminile non può che essere pessimo: per quanto ci si impegnino le calciatrici appaiono comunque goffe, mai al massimo di quello che potrebbe essere il gesto atletico, come invece c’è nel calcio maschile. In altri sporto, invece, anche le squadre femminili sono in grado di dare una spettacolo magnifico come nella palla a volo o nel tennis.
    Insomma, tanta fissazione per il calcio praticato le possono avere solo le classiche lesbicazze che vorrebbero avere i testicolo in mezzo alle gambe invece di due ovaie.

  5. Se fossimo un Paese serio, dovrebbero essere radiati dall’albo, o almeno rispondere sul piano disciplinare, di quella foto che offende la professionalità e la dignità delle nostre calciatrici. Sempre che siano iscritti ad un albo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!