Sex toys con plastiche scadenti, il Corriere lancia l’allarme in homepage

Il servizio di Milena Gabanelli: crescita del volume di vendita del 6% in un anno

La community di LezPop

Chi stamattina ha aperto l’homepage del Corriere della Sera online ha trovato in prima battuta un allarme dal vago sentore di lesbodramma. No, nulla a che fare con la formazione del nuovo Governo italiano: le donne che contano in politica da noi sono poche, lesbiche o bisex neanche a parlarne. La catastrofe imminente viene dai sex toys. Avete capito bene: in appena un anno il volume degli affari per i gadget del piacere in Italia ha subito un’impennata del 6%. In Europa la crescita è pazzesca: +20%. Complici internet e una mentalità con sempre meno tabù sessuali nel privato, il giro d’affari nel mondo è arrivato a toccare i 18,6 miliardi di euro. Cosa c’è di male? La plastica. Troppa plastica utilizzata nella realizzazione dei sex toys, spesso scadente (soprattutto nei prodotti più economici di fabbricazione cinese).

Corriere della Sera Milena Gabanelli sex toys

Ad occuparsi dell’inchiesta la giornalista Milena Gabanelli, per anni n. 1 indiscusso delle indagini di Report sulla Rai. Nel video riassuntivo dell’articolo, la Gabanelli ci ricorda che trattandosi di oggetti sempre più sofisticati (motorini, alimentatori, batterie), i sex toys possono essere considerati a tutti gli effetti elettrodomestici. Capito che figo poter fare una lista nozze per la vostra unione civile in un non meglio precisato “negozio di elettrodomestici”?

Sex toys, chi li acquista?

Fra chi compra sex toys è stimato che un buon 60% utilizzi l’acquisto regolarmente. Gli acquirenti sono perlopiù donne (40%), seguite dalle coppie (35%) e poi dagli uomini (25%). La fascia più interessata agli articoli per il piacere è quella delle donne più giovani (20-30 anni), il cui numero è triplicato negli ultimi due anni. Con tanti ringraziamenti alla privacy garantita dallo shopping online. Resistono comunque i classici sex shop, 500 in tutta Italia.

Occhio alla qualità dei materiali!

I rischi veri dei sex toys sono rappresentati dai materiali, che ovviamente entrano spesso a contatto con le mucose. Composti perlopiù di silicone, lattice o altri materiali plastici, andrebbe sempre controllato che non contengano plastificanti come gli ftalati (che nuocciono alla salute ed alla fertilità). Attenzione anche per il PVC, solitamente considerato super-sicuro: quello non lavorato bene potrebbe rilasciare il cloruro di vinile monomero, sostanza considerata cancerogena. Insomma, non andate al risparmio, acquistate solo sex toys prodotti secondo gli standard dell’Unione Europea e controllate sempre i materiali con cui andrete a “giocare”.

Share Button
Tags

Articoli correlati

ommenti

  1. Anche se non mi piacciono gli uomini, non vedo perché dover usare un surrogato di plastica, io per esempio mi faccio montare dal mio fuffy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!