Sudafrica. Ergastolo per l’uomo che violentò una donna lesbica per “curarla”

In Sudafrica esiste ancora lo "stupro correttivo", la violenza sessuale ai danni di donne lesbiche con l'intento di "correggere l'orientamento sessuale"

Zabathini Jonas, 34 anni, di Petrusville in Sudafrica, è stato condannato in Appello dopo che, in primo grado, gli è stata inflitto l’ergastolo per stupro “correttivo”. Nel 2010, Jonas minacciò con un coltello e violentò una 24enne non identificata di Petrusville, che all’epoca viveva apertamente come lesbica.

La giudice Violet Phatshoane dell’Alta corte di Northern Cape ha respinto il suo appello la scorsa settimana, confermando l’ergastolo. E ha motivato così la sua decisione

La violenza di genere non ha posto nella nostra dispensa costituzionale. La comunità gay e lesbica deve avere gli stessi i diritti e le stesse libertà come tutti gli altri sudafricani, così come sono sanciti nella nostra Costituzione . Dovrebbero essere trattati con dignità e rispetto. Hanno il diritto di essere chi sono e di esprimersi in qualsiasi modo desiderino, senza paura di essere ostracizzati e violati. Il cosiddetto “stupro correttivo” è malvagio e non può essere tollerato. I nostri tribunali continueranno a proteggere i diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender. Ciò che [Jonas] ha fatto alla denunciante è stato quello di polverizzare il suo senso di appartenenza e espressione di sé. Questo è ripugnante e imperdonabile.

In Sudafrica il cosiddetto stupro collettivo è una “pratica” radicata, rivolta soprattutto verso le donne lesbiche o chi viene considerato atipico di genere. Jonas, infatti, sapeva che la donna era lesbica dichiarata e voleva “correggere il suo orientamento sessuale”. «Speravo di ripararla», disse durante il processo di primo grado nel 2015. La conferma dell’ergastolo mostra la volontà delle istituzioni sudafricane di abolire una pratica «ripugnante e imperdonabile» come giustamente la definisce la giudice Violet Phatshoane.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!