Sesso gay per guarire dall’omosessualità, psichiatra sospeso

Quando la realtà supera ogni immaginazione...

Nello Stato dell’Ontario in Canada, il dr. Melvyn Iscove prometteva ai propri pazienti di curare la loro omosessualità con la psichiatria. In questi giorni la sua licenza è stata sospesa a titolo indefinito dopo che sono emerse le prove di molestie sessuali gravi verso alcuni clienti del suo studio. Proprio così: lo psichiatra che diceva di curare i gay con collaudate terapie di guarigione, faceva sesso con i pazienti per “liberarli” da ciò che giudicava un disturbo psichiatrico. L’omosessualità, appunto.

Il comitato etico che ha stabilito la sospensione (in attesa della definizione della pena giudiziaria) ha fatto luce su numerose denunce contro il medico-ciarlatano:

Nessuno dei querelanti ha descritto le attività sessuali con il dr. Iscove con aspetti emozionali o romantici […] L’attività sessuale era parte della terapia e un tentativo di curare l’omosessualità dando vita agli atti anziché fantasticarci sopra.

Le più vecchie denunce a carico dello psichiatra – oggi 72enne – sono arrivate nei primi anni 2000. Non è neanche la prima volta che il dr. Iscove si caccia nei guai: è ancora in corso un’indagine a suo carico per “condotta impropria in un bagno pubblico maschile“. Non fatichiamo ad immaginare quale genere di condotta stesse adottando il “professionista” ossessionato dalla volontà di curare i gay…

terapie di guarigione a base di sesso gay in canada

Terapie di guarigione con benefit

La condotta dello psichiatra è ancora più riprovevole se consideriamo anche la giovane età di alcune delle vittime. Alcuni dei pazienti erano appena 18enni ed in cura per patologie reali. Altri – pur identificandosi come eterosessuali – cercavano semplicemente di far luce sull’emergere di fantasie omosessuali.

Va sottolineato poi come lo Stato dell’Ontario in Canada abbia bandito nel 2015 le fallaci terapie di guarigione dall’omosessualità. Imbroglione e molestatore: a 72 anni è ora che gli venga imposto di non esercitare mai più la professione e rendere conto dei danni che ha provocato nei suoi già fragili pazienti.

Il governo britannico condanna le terapie di conversione: inefficaci e pericolose

Share Button
Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!