Twitter censura l’hashtag #bisexuality e la comunità insorge

Un aggiornamento dell'algoritmo delle ricerche ha imposto un filtro sull'hashtag sulla bisessualità

La comunità bisex è sul piede di guerra con Twitter. Di recente l’azienda ha modificato il proprio algoritmo per le ricerche tramite hashtag. Di solito queste modifiche vengono fatte per rinforzare i filtri verso parole volgari e insulti. Questa volta a cadere nelle maglie della censura è stata la parola “bisessualità”.

La scoperta è avvenuta sabato, quando molti utenti hanno notato che facendo la ricerca tramite argomento, alla voce bisessualità non compariva alcun post, video o foto in cui era stato utilizzato quell’hashtag.

I bisessuali dimenticati, addirittura cancellati

La comunità bisex internazionale si è subito attivata, facendo notare come per l’ennesima volta i bisessuali siano stati “dimenticati” e “cancellati”. Resta, infatti, incredibile come i social network descrivano come impossibile l’eliminazione del traffico di odio (post o commenti omofobi e razzisti), ma siano riusciti a bloccare una intera comunità semplicemente modificando un algoritmo.

L’aspetto più surreali è che proprio a causa del blocco dei post che usano l’hashtag #bisexuality gli utenti non possono unirsi e fare fronte comune per manifestare la propria rabbia.
La risposta di Twitter è arrivata ieri, ma alle orecchie degli utenti infuriati le scuse poste dall’azienda sono sembrate altrettanto discriminatorie. Nessun riferimento alla parola censurata.

Che Twitter stesso abbia paura a usare la parola bisessulità?

Share Button
Tags

Fou Savant

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance. Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!