Un studio americano rivela: nessuno è eterosessuale

Secondo lo studio di un'università americana le persone "completamente eterosessuali" non esistono. 

Secondo uno studio sulla sessualità umana, pubblicato nel Journal of Personality and Social Psychology, le persone “completamente eterosessuali” non esistono.

La ricerca è stata condotta dalla Cornell University, una delle più prestigiose università americane, e ha preso in esame le reazioni umane agli stimoli sessuali. Si tratta della parte di un’indagine più ampia sui comportamenti e l’orientamento sessuale umano, sulla quale psicologi e scienziati dibattono da tempo.

Nello specifico, ai partecipanti di questo studio è stato mostrato del materiale pornografico, sia eterosessuale che omosessuale. Gli studiosi hanno registrato le reazioni fisiche a tali stimoli, come le espressioni o la dilatazione della pupilla. Secondo il professore Ritch Savin-Williams, direttore del Laboratorio di Sessualità e Genere, del dipartimento di scienze sociale della Cornell University, «Non possiamo controllare la dilatazione della nostra pupilla. Ed è così che le persone esprimono in un primo momento il proprio desiderio, in maniera istintiva».

Lo studio in questione ha riguardato soltanto gli uomini. «Abbiamo mostrato ad un gruppo di uomini eterosessuali immagini di donne che si masturbano e i loro pupille si sono dilatate. Poi abbiamo mostrato loro immagini di uomini che si masturbano e in molti casi le pupille si sono altrettanto dilatate».

Tutto ciò, per il professore Ritch Savin-Williams, dimostra come la sessualità umana sia molto più fluida di quanto le strutture sociali ci vogliano far credere: «Da un punto di vista psicologico possiamo dire che gli uomini non sono o gay, etero, bisessuali, ma ci sono aspetti della sessualità maschile che sono un continuum, così come abbiamo notato nelle donne».

Vale per gli uomini come per le donne: nessuno è del tutto eterosessuale

Lo studio, infatti, riprende una ricerca dell’Università dell’Essex, pubblicata nel 2015, che, attraverso lo stesso metodo di indagine, aveva aveva dato risultati analoghi: l’82% delle donne prese in esame si era eccitata guardando materiale pornografico sia con uomini che con donne. Nello specifico: il 74% delle donne prese in esame si definivano eterosessuali, ma erano fortemente attratte sia da donne che da uomini. Mentre le donne lesbiche erano attratte principalmente da donne.

Le donne possono essere bisessuali o lesbiche. Ma mai etero. Lo rivela uno studio inglese

Secondo Savin-Williams, nonostante le discriminazioni sociali e lo stigma che tutt’ora persiste, le persone LGBT hanno una percezione diversa della propria sessualità, in quanto hanno dovuto mettere in questione le norme sessuali e di genere, a differenza della maggioranza delle persone eterosessuali, e cisgender.

Questa messa in discussione si traduce in una maggiore fluidità, e una maggiore autenticità, perché – come dimostrerebbero entrambe le ricerche – le persone «completamente eterosessuali» non esistono, così come non esistono regole che determinino in maniera assoluta l’attrazione sessuale.

Share Button
Tags

Articoli correlati

5 commenti

  1. Se gli psicologi traggono queste conclusioni estreme sulla sessualità basandosi su un porno mi sa che sotto analisi devono andarci loro. Trovo assurdo questo esperimento, privo di sicurezze scientifiche. L’eccitazione visiva istintiva è un conto, ma poi razionalmente bisogna vedere se si mettono in pratica comportamenti sessuali così “fluidi”. Bocciati tutti… altro che studenti di una prestigiosa università americana! Ad una cosa sola credo, che la società impostata su preconcetti sbagliati, i pregiudizi, la paura della diversità siano un freno alla libera espressione della sessualità individuale. Vanno rivisti tutti i valori e bisogna rieducare la società ad allargare le proprie vedute. Allora sì che si potrà realizzare quali siano le vere tendenze sessuali di ognuno di noi.

  2. il fatto che le pupille si dilatino non equivale automaticamente ad attrazione sessuale che è più complessa.
    E’ molto grave suggerire che se una persona non vuole fare sesso gay è solo perchè è “chiusa” è come dire che i gay e le lesbiche rifiutano il sesso opposto perchè sono “chiusi”. Un uomo attratto dalle donne, una donna attratta dagli uomini sono persone autentiche, i loro gusti sono genuini come sono autentici e genuini i gusti dei gay e dei bisex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!