Vercelli. Il vicepresidente del consiglio comunale: «Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili»

Con un post su Facebook (poi rimosso) il vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli, Giuseppe Cannata minaccia di morte gay e lesbiche (accostati ai pedofili)

Che ormai in Italia si respiri un clima di odio diffuso è cosa risaputa. Ma le frasi del vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli, Giuseppe Cannata, superano il limite. Con un post su Facebook, il politico da poco eletto (quota Fratelli d’Italia) ha riportato una notizia del senatore Simone Pillon, commentandola così:

E questi schifosi continuano imperterriti. ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili.

Il post è stato subito rimosso, ma l’associazione Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia ha denunciato l’accaduto, riportandone la screenshot.

«Il contenuto della frase, che è stato cancellato dal suo profilo Facebook – scrivono in un comunicato –, risulta di un’inaudita violenza sia per la minaccia di morte (“ammazzateli tutti”) sia per l’accostamento fra l’omosessualità e la pedofilia. Mai, prima d’ora  siamo stati insultati e aggrediti in maniera così violenta da parte di un rappresentante delle Istituzioni della nostra Città. Le persone appartenenti a minoranze sessuali e di genere esigono rispetto. Ci chiediamo, con preoccupazione, se le parole del vicepresidente del Consiglio comunale, esponente di Fratelli d’Italia, rappresentino la visione della nuova maggioranza di centrodestra di Vercelli nei confronti delle persone appartenenti a minoranze sessuali e di genere».

La richiesta di dimissioni e di espulsione dall’Ordine dei medici

L’associazione, per questo, chiede le immediate dimissioni di Canata dalla carica di consigliere comunale. L’esponente di Fratelli d’Italia, inoltre, di mestiere fa il medico: «chiediamo la sua espulsione dall’Ordine provinciale dei medici e degli odontoiatri di Vercelli. […] Presenteremo un esposto all’Ordine provinciale dei medici e degli odontoiatri di Vercelli e decideremo se adire le autorità giudiziarie per costituirci parte civile».

Per ora nessun commento da parte della maggioranza che governa la città di Vercelli, né da parte di esponenti di Fratelli d’Italia. Un silenzio che fa rumore quanto le parole cariche d’odio del consigliere Giuseppe Cannata.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!