Trending

ZEN su ghiaccio sottile. Nelle sale dall’8 novembre la storia di due adolescenti che si sentono “diverse”. VIDEO

ZEN su ghiaccio sottile racconta la storia di due adolescenti dell'Appennino emiliano che cercano la propria identità al di fuori delle regole della piccola società in cui vivono

È in uscita nelle sale giovedì 8 novembre ZEN sul ghiaccio sottile, film di Margherita Ferri, giovane regista italiana, che racconta dell’incontro di due adolescenti, ZEN e Vanessa, che in un paesino di montagna della provincia emiliana cercano di trovare se stesse.

Maia, detta ZEN, interpretata da Eleonora Conti, è una sedicenne irrequieta e solitaria. Unica donna della squadra di hockey locale, ZEN aspira a diventare titolare nella nazionale, ma i suoi compagni non perdono occasione di bullizzarla per il suo essere maschiaccio. Quando Vanessa (Susanna Acchiardi), fidanzata di un giocatore della squadra di hokey, scappa di casa e si nasconde nel rifugio della madre di Maia, tra le due nasce un legame e Maia riesce per la prima volta a confidare a qualcuno i dubbi sulla propria identità.

Susanna Acchiardi

Entrambe spinte dal bisogno di uscire dai ruoli che la piccola comunità le ha forzate a interpretare, Maia e Vanessa iniziano così un percorso alla ricerca della propria identità e sessualità, liquide e inquiete come solo l’adolescenza sa essere.

La regista Margherita Ferri

«Volevo fare un film radicato nella comunità LGBT+ e nei nostri territori, ma con l’obiettivo di condurre il pubblico in quel cammino universale che porta alla scoperta di sé stessi, negli anni inquieti dell’adolescenza – spiega Margherita Ferri -. Anche se non ho mai giocato a hockey, i turbamenti di Maia e Vanessa sono parte della mia storia personale. L’inquietudine del sapersi “diversi”, la magia di essere attratti da una persona del proprio genere senza sapere cosa stia succedendo o nemmeno dare un nome a quel sentimento, il desiderio di essere visti e accettati per quello che si è: queste emozioni sono state l’essenza della mia vita da adolescente e oggi lo sono del film».

Zen, già vincitore per il soggetto di una menzione speciale al Premio Solinas – Storie per il Cinema, è stato il film italiano sostenuto per il 2017/2018 da Biennale College Cinema, l’attività strategica della Fondazione Biennale di Venezia rivolta alla formazione di giovani film-maker di tutto il mondo, e sarà distribuito nelle sale italiane da Istituto Luce.

Le attrici protagoniste, Eleonora Conti e Susanna Acchiardi, sono al loro debutto cinematografico. Mentre gli adolescenti sono stati selezionati tra gli studenti delle scuole “della montagna” della Città Metropolitana di Bologna, a seguito di un laboratorio sui temi della discriminazione e del bullismo realizzato in collaborazione con il Gruppo Scuola e Formazione del Cassero e del Centro Risorse LGBT di Bologna. Insieme a loro, gli atleti di hockey dell’A.S.D. Polisportiva Fanano.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!